Sant’Antonio del Falò

_MG_6535Di Sant’Antonii famosi ce ne sono due. Uno è di Padova e gran predicatore. L’altro, abate, famoso per il fido porcello e per il “fuoco”. Per il falò -che da tradizione si accende il 17 di gennaio- e per la malattia cutanea (il fuoco di Sant’Antonio, appunto!) per la cui guarigione si invocava il santo.

Giovedì 17 alle ore 21.00 la tradizione continua, all’oratorio di San Carlo al Bettolino. La leggenda narra che la notte di Sant’Antonio gli animali acquisiscano la facoltà di parlare e che i contadini potevano ascoltare  nelle loro stalle i discorsi delle loro bestie. Chissà se dopo la consueta benedizione anche i nostri cani, gatti, boa e criceti si metteranno a raccontarci cosa avviene tra le mura domestiche delle famiglie che li ospitano. Se così non fosse ci accontenteremo di un po’ di vin brulé e quattro frittelle. E dello spettacolo del Falò che ancora dopo centinaia d’anni è sempre caloroso e suggestivo.

Per il gruppo Ado, 18enni e Giovani, il ritrovo è alle ore 19.00 per un momento di preghiera e cena insieme.

vedi le foto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...